Atleta professionista, cristiana e patriota: chi è la cacciatrice che non si è inginocchiata per il rapinatore Floyd

da | Giu 29, 2020 | Attualità | 0 commenti

Di Cristina Gauri – Roma, 29 giu – Nella presentazione del suo profilo Instagram si definisce, nell’ordine: cristiana, moglie, atleta professionista, patriota, sognatrice. E’ lei Samantha Leshnak, il portiere di riserva del North Carolina Courage, unica a rifiutare di inginocchiarsi – pur avendo dichiarato il suo supporto al Black lives matter e indossandone la maglietta – durante l’esecuzione dell’Inno Usa prima della partita disputata contro il Portland Thorns FC. Il suo gesto, ripreso di sfuggita da un fotografo che si trovava sulle tribune, è stato subito preso a simbolo del rifiuto della melassa politicamente corretta e del clima di terrore ideologico innescato dal Black lives matter che ha ormai invaso ogni ambito della società civile.

La “whiteness” fatta persona

Ventitré anni, originaria di Liberty, Ohio, ha firmato un contratto con il North Carolina Courage il 15 luglio del 2019 dopo aver stipulato un contratto di sostituzione del portiere all’inizio della stagione. Bianca, bionda, eterosessuale, sposataantiabortista, sul suo Instagram posta frasi della Bibbia e slogan motivazionali sul “non cercare scuse” per non migliorarsi. Incarna praticamente ogni caratteristica invisa agli antirazzisti che vorrebbero cancellare dalla faccia della terra la “whiteness” e sostituirla con il nuovo culto del piagnisteo ideologico e della prevaricazione nel nome dei “diritti per tutti”. Il fatto poi che ieri abbia condiviso un video dello YouTuber conservatore Graham Allen proprio sulla necessità di preservare la sacralità degli inni nazionali, lascia poco all’immaginazione sulle preferenze politiche della calciatrice.

OUR ANTHEM IS NOT UP FOR DEBATE!!

Now they are coming for our National Anthem?!?!REAL AMERICANS NEED TO WAKE UP NOW AND STAND UP!!Our Anthem is NOT up for debate!!

Slået op af Graham Allen i Lørdag den 27. juni 2020

Parla la maggioranza silenziosa

“Sei grande! Grazie per essere rimasta in piedi. Che Dio ti benedica”, è il tenore dei commenti sotto l’ultima fotografia pubblicata dalla Leshnak. “Grazie per non esserti inginocchiata pur avendo dichiarato di supportare il Black Lives matter”. “La mia nuova giocatrice di football preferita” commenta un altro, “Grazie per essere un esempio”, “Amo il tuo coraggio”, un’ondata di positività che ha letteralmente sommerso quei pochi che l’accusano di essere una “privilegiata bianca” che sta “dalla parte del potere”. Insomma, a giudicare dalla considerevole mole di messaggi positivi ricevuti,si può affermare senza tema di smentita che la famosa “maggioranza silenziosa” evocata da Trump come soggetto politico con cui fare i conti – sia in campagna elettorale sia in questo momento storico fatto di violenze nel nome della “giustizia sociale” – sia davvero una realtà. Una realtà che rende omaggio a Samantha Leshnak. Speriamo solo che questo atto di rispetto per i simboli nazionali non le costi la carriera o il futuro.

Di Cristina Gauri

“Omofobo e razzista”. Matteo Salvini insultato dal figlio di Selvaggia Lucarelli

Il figlio 15enne di Selvaggia Lucarelli ha contestato Matteo Salvini davanti al gazebo allestito dalla Lega a Milano. Il ragazzo è stato identificato dalle forze dell’ordine dopo il botta e risposta con il segretario del Carroccio. Quest’ultimo era intanto a scattare le foto con i suoi sostenitori quando il figlio della Lucarelli si è avvicinato e lo ha provocato così: “Volevo ringraziarla per il suo governo omofobo e razzista”. “Sì dai, anche un po’ fascista”, è stata la replica di Salvini che non è bastata al ragazzo. “Lei vuole il male delle persone che arrivano da altre nazioni”, ha aggiunto per concludere la sua personale contestazione. 

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Ultimo orrore, immigrato mangia un gatto in strada video

Immigrato cucina in strada un gatto, tutto ripreso da un passante, che hanno subito avvertito le forze dell’ordine.

Video

Fonte video https://www.facebook.com/sergiodirado/videos/10220520159946234/

Gianluigi Paragone contro il M5s: “Addio al Senato? Ormai sono una fake politica”

Aspargere sale sulle ferite del M5s ci pensa un ex, il senatore Gianluigi Paragone. Interpellato sulle recenti fuoriuscite dal partito con le cinque stelle, di cui una al Senato che pone il governo e la maggioranza sempre più a rischio, spiega senza giri di parole, con toni duri, che ciò che sta accadendo è figlio “di una confusione che io ho definito fake. Nel momento in cui tu come Movimento hai rinnegato le tue battaglie fondamentali diventi una fake politica, dunque la gente se ne va”. Parole pesantissime, quelle di Paragone, che da tempo rimprovera al M5s il tradimento di patti, promesse e presupposti.

Video

 “Poi ognuno sceglie dove andare – riprende -. A me continuavate a dire che sarei passato alla Lega, vedete che sono sempre fermo nella mia posizione e anzi ho annunciato la nascita di un partito nuovo. Il governo? Si regge sulla voglia dei parlamentari di restare qui fino al termine della legislatura, è un istinto primordiale dell’uomo politico”, conclude Paragone.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

“Forse abbassiamo un po’ l’Iva”: Giuseppe Conte, ma chi ti crede più?

“Stiamo discutendo in questi giorni un po’ sull’Iva perché ritoccare l’Iva, abbassarla un po’ potrebbe dare una spinta alla ripresa dei consumi: è un fatto di fiducia. Questa l’ultima mezza promessa del premier, Giuseppe Conte, nel corso di un incontro agli Stati Generali con alcuni cittadini.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

“Salvini porta sfortuna”. De Luca oltre il ridicolo con l’ennesima sparata

Vincenzo De Luca attacca ancora Matteo Salvini: “Porta seccia e lavora a ritorno epidemia”. Queste le parole del governatore della Campania a margine della consegna del cantiere della stazione Di Vittorio della metropolitana di Napoli.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev